Curare il proprio profilo digitale a 360 gradi tra networking e social media

By | 23 aprile 2012

immagine social Network

 

In un mondo del lavoro sempre più digitale, i social media non sono più semplicemente un valido aiuto nel business: curare il proprio profilo digitale è diventato fondamentale. Spesso è solo grazie a questi che un lavoratore freelance, che sia un webdesigner o un programmatore, può affermarsi con successo e competere con grandi agenzie.

Tutte le grandi aziende sembrano ormai aver compreso quanto potenti possano essere i social media a fini di branding e social media va ormai a braccetto con marketing. Ci sono molte ragioni per le quali il social media marketing è diventato fondamentale, a cominciare dal fatto che è qualcosa in cui sono coinvolti milioni di user: basti pensare che ad oggi Facebook è vicino al miliardo di users, con un tasso di crescita del 181 % per la fascia demografica 25-34, e del 98 % per la fascia > 35.

Curare un profilo digitale però, come già detto, è ancora più importante per il lavoratore indipendente, che decide di disporre delle proprie competenze senza più essere alle dipese di un boss. Networking è vitale, avere un’ottima pagina web ed un curriculum impressionante non può bastare, e aspettarsi che i clienti si imbattano per caso nella tua pagina web è a dir poco ingenuo. Vale quindi la pena investire del tempo per elaborare la propria strategia, dato che se utilizzati efficientemente i social media possono sul serio far crescere il tuo business online ad una velocità impressionante.

Una volta avviato il processo è semplice : il sito web personale è il centro di tutto, linka infatti a LinkedIn, Facebook, Twitter e al blog. Ogni nuovo post sul blog è segnalato simultaneamente su Twitter, Facebook e LinkedIn. Si viene twittati e ritwittati, condivisi su facebook e segnalati con un ‘mi piace’ e la rete di contatti cresce proprio come in un passaparola di ultima generazione. Partecipare attivamente alle discussioni su Twitter o su Facebook, scrivere blog post con un contenuto di qualità piuttosto che blogpost con mere finalità di marketing, può davvero aiutare a creare una connessione con i clienti basata sulla fiducia. Non bisogna poi dimenticare il successo crescente di Pinterest che ha un potenziale straordinario essendo basato esclusivamente sulla condivisione di interessi.

Oltre che per promuovere i propri blog post, allargare la propria rete di contatti professionali e rafforzare la relazione con i contatti esistenti, grazie ai social media è possibile capire quello che interessa davvero alla gente, nonchè raccogliere preziose informazioni relative al tuo lavoro.

Oggi non basta curare solo il profilo Facebook o LinkedIn, oggi è necessario avere un profilo digitale a 360 gradi sul web: LinkedIn dove presentarsi in maniera esclusivamente professionale, Twitter per rimanere sempre aggiornati e beneficiare della diffusione virale di tutto ciò che si possa considerare interessante, Facebook per restare in contatto in maniera completa ed efficiente con tutti e infine, Pinterest per prensentare le proprie creazioni o semplicemente condividere interessi e passioni.

Giovanna Avino web writer della piattaforma di lavoro twago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *